Scuola di Counseling Umanistico

La Dr.ssa Virginia Vandini è Fondatrice della Scuola di Counseling Umanistico Centrato sulla Persona di cui è Supervisor-Trainer e Docente.

La Dr.ssa conduce presso la Scuola i seguenti moduli formativi:

Viaggio verso la propria autorealizzazione

Dove sono e dove voglio andare

Obiettivi: Fornire conoscenze e strumenti del counseling rogersiano sposando l’ipotesi che in ogni essere umano – al di là di ogni tecnica o approccio – esista una fondamentale, insopprimibile, vitale tendenza (quasi una spinta propulsiva) alla propria auto-realizzazione, al raggiungimento cioè della propria soddisfazione personale. Il lavoro verterà dunque sull’acquisizione di contenuti e modalità per comprendere come ripristinare in sé e nell’altro questa spinta vitale senza orientarsi verso soluzioni precostituite, ma agevolando il processo autonomo di consapevolezza del proprio vissuto emotivo.

Ascolto ed epoché: per conoscere, per conoscersi

Obiettivi: Acquisire la capacità di ascoltare empaticamente se stessi e l’altro attraverso l’epoché, ossia la sospensione del giudizio così come ci è stata trasmessa dai filosofi più antichi, primo fra tutti Socrate che ha definito l’ascolto uno dei principali mezzi attraverso cui ciascun individuo può arrivare a conoscere la verità.

L’arte del comunicare

I segreti della comunicazione

Obiettivi: La capacità di entrare in empatia con un altro essere umano non è innata, come il senso comune immagina, ma è un’abilità che chiunque può apprendere conoscendo i principi che la governano. Poiché nel rapporto di counseling l’empatia è il presupposto per creare un’autentica relazione con l’altro, in questa formazione sarà possibile acquisire le conoscenze e sperimentare le tecniche per svilupparla.


Generare e vivere il cambiamento

Obiettivi: “Piccoli passi per grandi cambiamenti” cita un vecchio adagio. Molto spesso la paura è l’ostacolo più grande a determinare il cambiamento nelle nostre vite. Questo ci porta a rimanere bloccati per anni nelle stesse situazioni, credendo di non avere vie di uscita. Ne consegue che, imparare a definire degli obiettivi, è fondamentale per facilitare noi stessi e l’altro nella realizzazione dei progetti personali.


C’è sempre un’altra strada

Obiettivi: Partendo dal presupposto che le tentate soluzioni sono il problema, sarà possibile acquisire tecniche e strategie per sviluppare e allenare il pensiero laterale ossia la capacità di osservare un problema da diverse angolazioni. Tale abilità rappresenta un alleato prezioso per orientare il cambiamento nella direzione desiderata.

Il destino nei nostri avi

Il genogramma e le costellazioni immaginali

Obiettivi: A Watzslawick, Beavin, Bateson, Jackson e ad altri autori della Scuola di Palo Alto si deve l’idea di vedere la famiglia come “sistema” e di applicare alle interrelazioni familiari la teoria generale dei sistemi. In questa prospettiva la famiglia viene vista come un’entità che possiede caratteristiche, regole e norme proprie. Ma chi sono in realtà i membri di una famiglia che concretamente agiscono nelle relazioni? Attraverso il seguente modulo formativo sarà possibile conoscere e verificare come gli avi possono influenzare le reazioni e i comportamenti delle generazioni ad essi successive. Lo scopo principale è quello di comprendere che i nostri “ambienti” interni ed esterni portano dei vissuti transgenerazionali che vanno ascoltati e resi visibili per vivere in armonia e in connessione con il flusso della vita.

Prossimi appuntamenti:

Training didattico: 13 febbraio, 13 marzo, 10 aprile, 8 maggio, 12 giugno, 3 luglio

L’arte del comunicare: 8 maggio dalle 15.00 alle 16.40, 3 luglio dalle 15.00 alle 16.40 e 4 luglio dalle 15.00 alle 18.40

Per partecipare ai moduli formativi in programma, scrivi a info@scuolacounselingumanistico.org!